E’ costituito da un gambo di ghiaccio che sostiene un masso a mo’ di cappello. Sui ghiacciai alpini dove si trova del detrito sparso sulla superficie glaciale, ogni ciottolo da origine a un minuscolo fungo; tuttavia le forme più caratteristiche si osservano a fine estate. Il gambo di ghiaccio può essere alto anche più di un metro, la cappella del fungo può superare i 2 m di diametro. Le osservazioni hanno mostrato che al disopra del metro di spessore del gambo di ghiaccio, il blocco roccioso tende a scivolare e a disporsi inclinato rispetto al sostegno, sempre rivolto a Sud (nell’emisfero boreale); è da questa direzione infatti che i raggi solari provengono con maggiore intensità. I funghi di ghiaccio sono quindi forme precarie prodotte dall’Ablazione differenziale.