L’acqua cristallizza secondo un sistema esagonale, osservabile tanto nei cristalli di neve quanto in quelli di ghiaccio. La neve si trasforma in ghiaccio, per estrusione dell’aria e rigelo dell’acqua. Durante questo processo esiste uno stadio di trasformazione intermedio, detto firn. Il passaggio definitivo da firn a ghiaccio avviene quando la densità supera il valore di 850 kg/m³. Nel cristallo di ghiaccio le molecole si dispongono alternativamente su due piani paralleli, rispettando lo schema esagonale dettato dalle proprietà chimico-fisiche della sostanza (Ghiaccio e ghiacciai - http://www.aineva.it)